CELO, scambiarsi criptovalute col telefono | Trading on Mars

CELO, scambiarsi criptovalute col telefono

CELO scambiarsi criptovalute col telefono

Indice dell'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su reddit

Cos’è CELO

Celo, scambiarsi criptovalute col telefono, tutto raccolto in questo progetto super interessante e che sta crescendo molto ultimamente, sia come pricing che come seguito.
Celo si rivolge agli utenti mobile, che utilizzano uno smartphone o un tablet con numero di telefono.

L’obiettivo dell’ecosistema di Celo è quello di rendere semplice ed accessibile a chiunque a livello globale la possibilità di spendere e scambiare criptovalute, grazie alla sua capacità di inviare pagamenti da e verso qualsiasi numero di telefono.

"Celo è una piattaforma che funge da infrastruttura di pagamento globale per le criptovalute"

Oltre ai pagamenti, Celo può supportare lo sviluppo di applicazioni decentralizzate sulla sua blockchain, come dApps o De-Fi. Finora CELO è utilizzata per diversi progetti, ma sicuramente si sta facendo spazio e si sta facendo conoscere per alcune piattaforme che si occupano di crowdfunding.

I token CELO

La blockchain di Celo ha due token nativi.
Il primo è appunto omonimo, sigla CELO, è un asset di governance utilizzato per votare le modifiche al protocollo del progetto.

Il secondo è invece una stablecoin, che rispecchia il valore del dollaro americano, con sigla cUSD .
Il progetto è meglio spiegato nei canali ufficiali e nella roadmap, vediamo comunque come funziona di seguito e perché è reputato interessante.

Il funzionamento di CELO

La rete Celo si basa su tre applicazioni per gestire la piattaforma:

  • Light Clients

Applicazione in esecuzione sui dispositivi mobili degli utenti, utilizzato come portafoglio mobile di Celo, può essere scaricato da chiunque.

  • Nodi Validatori

Computer che partecipano al meccanismo di consenso di Celo, convalidano le transazioni e producono nuovi blocchi e garantiscono la continuità della rete.

  • Nodi Completi

Computer che fungono da ponte tra i nodi validatori e i portafogli mobili, prendendo in carico le richieste di transazione e validandole. Naturalmente i nodi validatori possono essere validati solamente da possessori di monete CELO.

Il meccanisco

Al centro della rete Celo c’è un meccanismo di governance chiamato Byzantine Fault Tolerance (BFT) che mantiene la rete distribuita di computer in sincronia, garantendo che i nodi validatori possano alimentare la blockchain e votare i cambiamenti.
I validatori devono prima possedere un minimo di 10.000 token CELO, ed è permesso a chiunque di diventare un validatore, se possiede questo tot di tokens.

Attualmente i validatori sono solo un centinaio e ogni nodo è successivamente ricompensato con una parte della ricompensa del blocco per la convalida delle transazioni. I nodi completi ricevono le loro ricompense dalle commissioni pagate dai clienti non validatori che utilizzano la piattaforma ( i light clients ).

La stablecoin di CELO, cUSD

Una caratteristica importante è la capacità di CELO di operare con stablecoins, come cUSD, che offre l’efficienza e la trasparenza delle transazioni di criptovalute, fornendo al tempo stesso garanzia rispetto alla volatilità di questi asset.

Celo permetterà presto ai possessori del token di proporre e votare la creazione di altre stablecoins che rispecchiano il valore di altre valute nazionali, come l’euro o lo yen, zloti eccetera.

Chi sono i fondatori?

Celo è stata co-fondata nel 2017 da due dirigenti di una nota società di web hosting, Rene Reinsberg e Marek Olszewski, i quali gestivano GoDaddy. Insieme a loro una chiave fondamentale nello sviluppo è quella di Sep Kamvar, professore universitario e dirigente in Google.

Nei primi due anni di vita e quindi tra il 2018 e il 2020 Celo ha raccolto oltre 50 milioni di dollari vendendo circa 130 milioni di token CELO in vendite di token sia private che pubbliche, raccogliendo investitori privati a anche interesse da parte di investitori istituzionali.

Perché CELO ha un valore riconosciuto?

La criptovaluta CELO gioca un ruolo chiave nel mantenimento e nel funzionamento della piattaforma Celo, e può essere usata per inviare, ricevere, detenere e scommettere per esempio.
Possedendo i token CELO, gli utenti ottengono l’abilità di votare sugli aggiornamenti della rete, naturalmente in percentuale rispetto alla quantità di criptovaluta CELO che hanno scommesso e vinto. Ogni transazione di conseguenza riceve un’ulteriore ricompensa di token.

Il token CELO

Il token è stato offerto in una ICO, in vendite private e pubbliche dal 2018 in poi, ed è apparso su Coinmarketcap dal maggio 2020, con un valore al tempo di circa 2.30€ per token. Ad oggi il valore è di 5.15€ ma qualche giorno fa CELO ha toccato il suo ath ( all time high ) superando i 6 euro!

In conclusione possiamo affermare che il progetto ha aspirazioni molto alte e un orizzonte temporale lungo e puo’ essere ancora naturalmente migliorato. La concorrenza non è poca perché anche altri progetti si stanno affacciando al settore mobile, come abbiamo visto col token TEL.

Il un volume di trading in 24 ore di €1.4 miliardi di EUR circa e La capitalizzazione di mercato è pari a € 5 miliardi EUR.
Fornitura circolante
I dati riguardo la fornitura sono molto interessanti, ci sono 1 miliardo di token CELO ma al momento sono disponibili meno di un terzo, circa 285 milioni di monete.

Dove comprare CELO?
L’exchange con piu scambi di QANT è oggi Binance , seguito da Coinbase, poi KuCoin e Gate.io.

Restiamo in contatto

Non perderti
la NEWSLETTER

TOM Trading on Mars

ISCRIVITI ORA

Una Bitcoin City in El Salvador

Una Bitcoin City in El Salvador, utopia o realtà?

cosa è pangolin

Cosa è Pangolin PNG

diario di trading

Come stilare un diario di trading di criptovalute

cosa è PAX Gold

L’oro su blockchain: cosa è PAX Gold (PAXG)

Cosa è la Liquidity Pool

Cosa è la Liquidity Pool e come funziona

New York Eric Adams

Il sindaco di New York Eric Adams spinge per Bitcoin