Cina blocca i miners a partire dal 9 Giugno | Trading on Mars

Cina blocca i miners a partire dal 9 Giugno

Cina e Mining

Indice dell'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su reddit

La Cina richiede ai miners della regione energetica strategica di interrompere le operazioni già oggi.

Per questo in questi giorni si attende un calo del tasso di hash BTC.

La regione dello Xinjiang mette un freno ai miners locali, richiedendo alle società minerarie locali di interrompere le operazioni entro le 14:00 ora locale a partire dal 9 giugno.

Xinjiang è chiamata la “regione energetica strategica” della Cina per la sua disponibilità di gas naturale, carbone e altre risorse fossili.

La notizia è stata condivisa da Blockbeats, l’outlet che segue le notizie di blockchain e cripto in Cina.

L’ordine ai miners è stato emesso dalla Changji Prefecture Development and Reform Commission.

Il crypto influencer cinese e fondatore di Primitive Ventures, Dovey Wan, ha twittato che lo Xinjiang sta seguendo l’esempio della Mongolia Interna nel chiudere il mining di Bitcoin.

La provincia di Sichuan è ora “l’ultima speranza” per i miners in Cina.

Restiamo in contatto

Non perderti
la NEWSLETTER

TOM Trading on Mars

ISCRIVITI ORA

Una Bitcoin City in El Salvador

Una Bitcoin City in El Salvador, utopia o realtà?

cosa è pangolin

Cosa è Pangolin PNG

diario di trading

Come stilare un diario di trading di criptovalute

cosa è PAX Gold

L’oro su blockchain: cosa è PAX Gold (PAXG)

Cosa è la Liquidity Pool

Cosa è la Liquidity Pool e come funziona

New York Eric Adams

Il sindaco di New York Eric Adams spinge per Bitcoin